1. “Ladri di favole”

Il progetto intitolato I ladri di favole si inserisce nell’ambito del programma di avvicinamento delle culture sostenuto anche dall’ONU. Questo percorso, studiato appositamente per gli alunni della scuola Primaria, è ispirato all’omonimo racconto di Rosa Tiziana Bruno e si propone d’incoraggiare uno scambio tra culture diverse, utilizzando la fiaba come veicolo. Perché la fiaba è uno strumento in grado di fornire opportunità di conoscenza, di avvicinamento, di arricchimento. In essa i ragazzi possono trovare nuovi mezzi per capire e “leggere” la società attuale e per avvicinare culture.
Ma non solo, nella fiaba ciascuno,  può ritrovare pezzi di sé, della propria storia, della propria appartenenza. Incontrare una pluralità di linguaggi, di stili, di alfabeti…
Molte storie infatti hanno attraversato il mondo, colorandosi di scenari diversi, ma hanno mantenuto spesso una sorprendente uniformità nei personaggi, negli eventi cruciali, nelle situazioni che si presentano simili anche se collocate in paesi differenti.
Raccontare storie di paesi lontani può arricchire l’immaginario di tutti i bambini di nuovi personaggi, fantasie, informazioni sul mondo. Nella narrazione si possono coinvolgere (eventualmente) anche i genitori immigrati per dare loro la possibilità di rievocare e scambiare storie e racconti.

Obiettivi:

  • Sviluppare interesse verso nuovi mondi e nuove culture.
  • Scoprire aspetti di culture diverse, individuandone elementi comuni.
  • Scoprire gli elementi artistico-figurativi di altre culture.
  • Scoprire l’esistenza di diversi ambienti naturali.
  • Identificare somiglianze e differenze fra paesi lontani analizzando il mondo secondo diversi punti di vista.

Risultati attesi:

  • Stimolare atteggiamenti positivi e di curiosità verso l’altro e le culture altre.
  • Modificazione di atteggiamenti, soprattutto per quanto riguarda il superamento di stereotipi e preconcetti nei riguardi degli immigrati.
  • Accrescere la disponibilità all’accoglienza ed alla convivenza democratica.
  • Superare gli atteggiamenti compassionevoli e/o folclorici rispetto ai paesi lontani.
  • Capacità di assumere il punto di vista altrui, ponendosi di fronte alla diversità dell’altro con disponibilità ed apertura.

Modalità:
La protagonista della storia “I ladri di favole” è Angiolina, una bimba riccioluta e testarda. La piccola gira tutto il pianeta nel tentativo di recuperare le storie che la Banda degli Storti ha rubato all’umanità. Il suo viaggio nei cinque continenti si rivela un’avventura sorprendente attraverso culture, paesaggi, architetture, usanze e lingue diverse. Dunque, è a questa sete di conoscenza e di arricchimento reciproco che si ispira il progetto.
Si parte dalla lettura del primo capitolo…e si inizia a viaggiare! Sarà un viaggio che porterà molto lontano, sia nello spazio che nel tempo.
Inoltre si racconteranno le varie versioni internazionali di una stessa fiaba (Cenerentola, Cappuccetto Rosso, ecc…).

Unità didattiche di supporto:
Sei unità didattiche, che affiancano la pubblicazione I ladri di favole, hanno il  compito di fornire una traccia per lavorare in classe sui temi dell’intercultura, della geografia, dell’affettività, dell’ambiente, dell’alimentazione. Ogni unità corrisponde ad un capitolo del libro e ad esso si appoggia per la sua realizzazione.
L’obiettivo comune che fa da sfondo all’intero progetto didattico è l’educazione alla cittadinanza. Ovvero l’apprendimento del concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente al fine di favorire forme di cooperazione e solidarietà. Un processo formativo che favorisca lo sviluppo di atteggiamenti cooperativi e collaborativi, condizione essenziale per praticare la convivenza civile.
Sulle unità didattiche proposte possono essere innestati laboratori teatrali e grafici. Così come potrebbe risultare proficuo avvicinare i bambini alla musicalità e ai ritmi di altri paesi, attraverso dei laboratori di canti o di danze da terre lontane. In questo modo anche l’area motoria verrebbe direttamente coinvolta nel progetto didattico.
L’autrice del libro “I ladri di favole”, è disponibile per la progettazione e l’attuazione di laboratori in classe.

Ambiti disciplinari:

  • Area affettivo-relazionale
  • Area linguistica
  • Area storico-geografica
  • Area scientifica
  • Area matematica
  • Area artistico-grafica

Obiettivi didattici:

  • Imparare ad interagire con i compagni e con gli adulti durante una discussione
  • conoscenza di sé stessi e del luogo in cui si vive – consapevolezza delle proprie emozioni
  • capacità di considerare il punto di vista dei propri familiari ed amici
  • consapevolezza delle proprie radici – sviluppare le proprie abilità percettive, linguistiche, espressive
  • imparare a consultare carte geografiche e mappe – imparare ad analizzare, ordinare, associare e classificare immagini, persone, oggetti – percepire la pertinenza o l’assurdità di un elemento in un’immagine o in un discorso
  • Rappresentare graficamente e verbalmente i fatti vissuti e narrati
  • Avviare la costruzione dei concetti fondamentali della storia: vita sociale, regole del gruppo classe, in famiglia
  • esplorazione geografica dei cinque continenti
  • familiarizzazione con i differenti climi della Terra
  • acquisizione del concetto di fuso orario
  • esplorazione della fauna, flora e paesaggi dei diversi continenti
  • familiarizzazione con usanze e caratteristiche della vita quotidiana di altri popoli
  • imparare a ricercare notizie utili in nuovi testi e anche nel we

Per aderire al progetto e/o richiedere le unità didattiche scrivere a: ladridifavole@gmail.com

FOTOGRAFIE/PHOTOGALLERY

Realizzato presso:

Data Sede
25/02/201121/05/2010

17/04/2010

Scuola Primaria – TreviFoligno (PG)Biblioteca Centro Hurtado – Scampia (NA)

Centro Studi Fantasilandia – Salerno

04/03/2010 Biblioteca Comunale di Castiglione delle Stiviere (BS)
28/11/2009 Verdeacqua Acquario Civico di Milano
07/11/2009 Biblioteca Comunale Is Bingias di Cagliari
15/10/2009 Biblioteca internazionale dei ragazzi “E. De Amicis” – Genova
10/10/2009 Scuola Primaria “L. Da Vinci” – Castelferretti (AN)
10/10/2009 Bottega del Mondo di Chiaravalle (AN)
26/09/2009 Scuola Media “Baldacchini” – Barletta
16/05/2009 Fiera del libro di Bibliomagia – Comune di Coperchia (SA)
14/01/2009 Laboratorio Bibliomagia – Scuola Primaria di Coperchia (SA)
22/12/2008 Scuola Primaria “G. Galilei” – Modena
02/12/2008 Scuola Primaria “Matteo Mari” – Salerno
01/12/2008 Scuola dell’infanzia “Matteo Mari” – Salerno
10/11/2008 Scuola Primaria “P.F. Giustiniani” – Pezzan d’Istrana – (TV)
Annunci

6 commenti

Archiviato in brian storming, cooperative learning, educazione, infanzia, scrittura, fiabe, scuola, lettura, narrazione, fairy tales, contes, ecole, fiabe, scuola, progetti, I ladri di favole, intercultura, narrazione, scrittura, lettura, rosa tiziana bruno, rosatiziana, tiziana bruno

6 risposte a “1. “Ladri di favole”

  1. olga

    finalmente qualcosa di bello e utile per i ragazzi….cosa non darei per averti come esperta di lettura e scrittura creativa presso la mia scuola!i bambini non potrebbero che arricchire le proprie esperienze!!!!ma io non mollo!!!!!!!!!!!

  2. Pingback: I ladri di favole | Ladri di favole

  3. Michela

    Se fosse possibile, gradirei maggiori info su come ricevere le unità didattiche. Scrivo per una scuola primaria di Milano, questo progetto è interessantissimo!

    • Buongiorno, Michela. Riceverai una mail informativa al più presto. Anche se l’anno scolastico 2013/14 si è appena concluso, potremo sicuramente iniziare un percorso da settembre prossimo.
      Intanto, benvenuta!

      • Michela

        Grazie mille!
        Sarebbe ottimo ricevere intanto anche solo le unità didattiche dell’anno appena concluso in modo che possa portarle da esempio per sottoporre il progetto alla commissione del CdIstituto che si ritroverà giovedì, per discutere dei progetti venturi.
        Intanto stamattina ho comprato il libro!.. grazie ancora per la risposta e attendo felicemente, Michela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...