La forchetta volante

|Français|* |English| * |Español|

cover La forchetta volanteUna bizzarra banda di ladri inizia a rubare la fantasia.
Pochi se ne accorgono, ma a Caterina non sfugge la gravità di ciò che sta succedendo. Così, tra l’indifferenza generale, lei è l’unica a ribellarsi. Senza lasciarsi scoraggiare dalle difficoltà, decide di sconfiggere la terribile banda di ladroni. Saranno i personaggi delle antiche fiabe di tutto il mondo, ormai senza più una casa dove vivere, dispersi in ogni angolo della terra, che l’aiuteranno a trovare la soluzione durante il suo lungo viaggio intorno al globo terrestre.
Il romanzo si basa sul racconto “I ladri di favole” che ha ottenuto la Menzione Speciale al premio dell’International Peace Bureau “Una favola per la pace”  2005 .

E’ una storia avventurosa che rivela agganci con diverse culture del mondo, utilizzando le fiabe come veicolo di scambio e ponte che unisce nella diversità.
Ma come si realizza un efficace percorso di intercultura?
E’ necessario, prima di tutto, comprendere quali sono le condizioni che portano a rifiutare o combattere la diversità. Da cosa hanno origine realmente razzismo e bullismo? Il rifiuto delle differenze, l’intolleranza razziale e la paura del diverso non nascono da ragionamenti culturali o da semplice ignoranza, bensì nascono molto prima.  L’origine può essere individuata già in quelle operazioni affettive cui spesso non viene dato il giusto peso. Un esempio: quando gli adulti negano o disprezzano una componente emotiva del bambino, perché ritenuta diversa dal comportamento ideale che ci si aspetta da lui, quella disapprovazione insegna al bambino che è giusto “perseguitare” la propria parte debole (quella non accettata). Di conseguenza il piccolo imparerà, oltre a non accettare se stesso, anche a perseguitare i soggetti deboli che incontra: lo straniero, il povero, il disabile, l’anziano.
Non serve fare lunghi discorsi morali a scuola, non occorre persuadere, ma è necessario stimolare il racconto della storia di ogni bambino, delle sue emozioni, delle sue insicurezze. E’ necessario saper ascoltare. Un valido progetto d’intercultura deve necessariamente favorire l’autenticità comunicativa e la condivisione, oltre che far conoscere le culture  in maniera piacevole e interessante.
Il libro La forchetta volante (La Spiga editore) è adatto a questo tipo di percorso perché la sua trama avvincente incoraggia la comunicazione di emozioni e sentimenti, facilitando il compito  del docente in ambito emotivo-relazionale. Inoltre, stimola la curiosità verso le culture differenti dalla propria e può anche essere utilizzato come testo di approfondimento in varie discipline: Geografia, Italiano, Storia,  Lingua 2, Scienze, Musica, Cittadinanza globale, legalità.La forchetta volante immagine
Il Presidente dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Geografia, prof. G. De Vecchis, ne ha evidenziato il valore interculturale e geografico. La sua recensione è consultabile QUI.
Al romanzo è collegato un progetto educativo condotto nelle scuole primarie di molte città d’Italia, con la supervisione dell’autrice. Il volume è corredato da schede di apprendimento  che guidano all’utilizzo del testo in classe, dagli 8 ai 13 anni.
Per informazioni sul progetto laboratoriale e sulle unità didattiche scrivere a: ladridifavole@gmail.com

Recensioni

DISEGNI DEI BAMBINI

———————-

Cortometraggio ispirato al libro:

—————————–
Autore: Rosa Tiziana Bruno
Editore: Eli – La Spiga
Illustrazioni: Maria Luisa Di Gravio
Collana: L’albero dei libri
Prezzo di copertina: €  6,00

Età di lettura:

ISBN:

da 8 a 13 anni

97888468…

Annunci

4 commenti

  1. Ma che meraviglia! Ho appena scoperto questo libro e sento di adorarlo. Posso condividere il video sul mio blog? A modo mio mi occupo spesso di fiabe.

      • Nel blog ho aperto una pagina apposita con tutti i post dedicati, ho una rubrica intitolata “immagifiaba” con disegni ispirati al mondo delle fiabe e mi sono pure messo a fare delle interviste fittizie e umoristiche ai personaggi più celebri (cenerentola, biancaneve, ecc.). Sì, direi che mi piacciono parecchio 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...